Vanessa Ferrari

Vanessa Ferrari, ginnasta, campionessa mondiale di ginnastica artistica

La ginnastica di Vanessa è energia allo stato puro; Vanessa è il presente ed il futuro della ginnastica artistica mondiale.
Da sempre atleta della Brixia Brescia, guidata dall'allenatore Enrico Casella, Vanessa Ferrari è probabilmente il più grande talento mai espresso dalla ginnastica artistica italiana al femminile.

PASSATO

Nel 2006 vince, prima italiana, la medaglia d’oro al concorso generale in un Mondiale ma i segni della sua grandezza risalgono a qualche tempo prima. Nell’estate del 2005 SuperVany sale sulla ribalta del mondo della ginnastica artistica stabilendo il record di medaglie ai Giochi del Mediterraneo di Almeria: 6 medaglie (5 ori e 1 argento).

Ed arriva Aarhus: l’oro nel concorso generale e due bronzi al corpo libero e alle parallele. Poi la fama, l’attenzione di tutta Italia ma soprattutto la nuova palestra dove costruire i sogni che Vanessa si porta dentro.

PRESENTE

L’anno d’oro per Vanessa è il 2007: in febbraio, nella prima gara di World Cup, a Parigi, conquista l’oro alle parallele asimmetriche, alla trave e al corpo libero. Ad aprile è in Olanda, ad Amsterdam, per i Campionati europei di ginnastica artistica e vince l'oro nel concorso generale ed il titolo di campionessa d'Europa al corpo libero. Nella prova più importante dell’anno, in settembre, i Campionati del Mondo di Stoccarda, dopo solo 15 giorni dall’essersi assicurata il terzo titolo italiano consecutivo, contribuisce allo storico quarto posto della Nazionale italiana, rendendo possibile la qualificazione olimpica. A livello individuale si aggiudica un preziosissimo bronzo nella finale All Around, nonostante un forte dolore al collo del piede sinistro, che solo in seguito si scoprirà essere una frattura.

 

FUTURO

Il futuro di Vanessa è tutto scritto nella ginnastica, il suo grande amore. Un futuro che ha qualche tratto nuovo però rispetto agli anni passati: prima di tutto il fatto di diventare un “soldato” con la prossima entrata nel Gruppo Sportivo dell’Esercito Italiano. Poi la maturazione di Vanessa, come sportiva e anche come “donna” con la capacità di mixare meglio gli impegni agonistici con la propria vita privata. Impegni agonistici appunto, con la rincorsa verso i Mondiali di Londra di ottobre ‘09, piede operato permettendo… con un’intensissima estate di allenamenti programmati a Brescia. Poi si vedrà, in un orizzonte nel quale già si scorge l’Olimpiade di Londra 2012.