Il punto della situazione dopo Melbourne

Il punto della situazione dopo Melbourne

  • Post comments:6 commenti

Dopo l’ultima tappa di coppa del mondo, andata in scena la scorsa settimana a Melbourne, ho pensato di scrivere questo articolo per fare chiarezza sul punto della situazione.

Sono partita per l’Australia con un’enorme pressione addosso, un po’ perché era la prima gara dopo 10 mesi di estenuante riabilitazione dall’intervento ad entrambi i piedi e per questo avevo grosse incertezze, un po’ perché ogni gara di questo percorso è fondamentale per la qualificazione alla mia quarta olimpiade ed è un traguardo che sono decisa a raggiungere!

Ho lavorato quotidianamente dando il massimo, ogni giorno, per poter rientrare il prima possibile ma con la consapevolezza che l’esercizio che avevo portato nelle scorse gare non sarebbe bastato, quindi lavoravo non solo al mio ritorno ma ad un ritorno con un esercizio più potente, fino ad inserire nuovamente il Silivas, un elemento veramente difficile che solo quando sono super in forma riesco a svolgere ed era dal lontano 2017, in quella maledetta finale dove il mio  tendine si ruppe, che non ero ancora riuscita a recuperarlo.

Dopo la lunga preparazione ero consapevole del fatto che il mio esercizio aveva raggiunto un buon livello, ma portarlo in gara non è semplice quindi l’ansia cresceva fino al momento della gara. Quando è arrivato il mio turno per la qualifica, ho visualizzato il mio obbiettivo ed il resto era solamente un contorno, mi sono qualificata come seconda, dietro alla statunitense Jade Carey e davanti alla mia connazionale Lara Mori.

Due giorni dopo era già il giorno della finale, quella che conta per i punti nel ranking mondiale. Ci tengo a precisare che solo la prima del percorso ottiene il pass Olimpico per Tokyo2020. Avevo qualche certezza in più nelle gambe avendo già fatto l’esercizio nella qualifica, ma ogni gara è un’incognita e non sai mai come andrà.

Arriva il mio turno e non potevo permettermi errori, mi servivano quei punti così ho fatto un esercizio quasi da manuale, confermando il secondo posto, ma l’americana che è arrivata davanti a me è già in testa alla classifica nella specialità del volteggio ed il giorno precedente ha ipotecato il suo pass tramite quel percorso.

Quindi i punti che ho ottenuto durante la gara di Melbourne sono stati fondamentali per piazzarmi dietro di lei momentaneamente, che però avendo già un pass tramite il volteggio verrebbe esclusa dal corpo libero. Tornare in gara dopo così tanto e salire nuovamente sul podio è stata una gioia immensa, come una nuova rinascita.

Mancano però ancora due tappe di coppa del mondo, che saranno tra il 13/03 e il 15/03 a BAKU e la settimana successiva dal 20 al 22 a DOHA, sempre che le restrizioni del Coronavirus non ci impediscano di partecipare, chi mi conosce sa già che la mia testa è sul prossimo obbiettivo, ed io non posso permettermi errori. Devo ottenere più punti possibile per mantenere la prima posizione eleggibile per il pass olimpico, quel pass che mi permetterà di accedere a quella tanta desiderata quarta olimpiade e puntare all’unico risultato che da tempo mi sfugge e nonostante le immense difficoltà che ho dovuto affrontare io sono determinata a raggiungerlo!

Ci tengo anche a ringraziarvi di cuore per il sostegno e l’affetto che continuate a dimostrarmi,  quindi andiamo a prenderci le nostre soddisfazioni!

#ROADTOTOKYO2020

Vanessa Ferrari

Questo articolo ha 6 commenti.

  1. Marco

    Brava Vane,Sei una Grande,sono certo che a Tokyo2020 ci arriverai e in crescendo dando quindi il massimo in Giappone.Sei una Roccia,avanti così,Seguirti è un’Emozione Unica credimi!❤ Buona Preparazione per Baku un abbraccio,Marco.

  2. Cinzia

    Sei sempre la numero 1 per noi avanti così Vanessa grande soddisfazione ci dai ❤❤❤

  3. Luigi

    Sei un fenomeno vero! ❤️
    Il nostro orgoglio! 😍👍

  4. Francesca

    In bocca al lupo per tutto😘
    Merito il meglio!!!🙌🇮🇹

  5. Arianna

    Sei grande!
    Non arrenderti mai!🤸‍♀️🤸‍♀️

  6. roberto

    E’ bello ciò che emoziona. E tu ne regali di grandissime. Grazie per questo
    Forza Vanessa, che sei una forza della natura

Rispondi a Arianna Annulla risposta